chi sono

Sono una ragazza (magari ormai donna) sposata da poco, innamorata, felice.

Sono una subacquea appassionata che cerca di imparare tutto quello che può su questo mondo fantastico e che sogna, un giorno, di lasciare tutto (tranne il marito eh!) per andare a lavorare sul mare.

Sono una che ha avuto la leucemia ed ora è in remissione (mai direi guarita, ché è vietato) e a cui la malattia ha insegnato che la vita è veramente una cosa meravigliosa e che bisogna imparare a essere felici delle piccole cose perché sono quelle che fanno questo mondo grande.

Sono una lettrice appassionata che divora libri di tutti i generi (e legge pure le etichette sulle bottiglie, sui detersivi, i volantini dei supermercati e qualunque cosa sia scritta).

Sono, da poco, una blogger (anche una cancer-blogger) che ha scoperto un mondo meraviglioso, piene di persone che, per la maggior parte, non hanno una faccia ma sempre, SEMPRE, hanno un’anima luminosa.

Insomma…sono solo io…

5 risposte a “chi sono

  1. Ciao sono anche io vale distrutta oramai fuori e dentro da quando hanno diagnosticato una rara malattia al mio adorato figlio di otto anni cerco un aiuto per uscire dal tunnel mentale in cui sono entrata da quando l’ho saputo….

  2. Ciao Vale, tieni duro!!!! Non so che malattia abbia tuo figlio ma se cerchi sostegno morale…bè…l’hai trovato! E se hai bisogno di parlare e di confrontarti io sono qua a disposizione!

  3. Ciao Vale sono Antonella, ho 34 anni un bambino fantastico di 5 e an altro bimbo in arrivo a giorni. Con la gravidanza ho scoperto che il valore dei miei globuli bianchi era anomalo 47000 ……una settimana fa la diagnosi Leucemiamieloide cronica. Sono a pezzi ho paura di quello c’è mi aspetta e di lasciare troppo presto i miei figli. Spero tu possa aiutarmi a capire. Un bacio

    • Ciao Anto, scusami se ti rispondo con tanto ritardo. Purtroppo non esiste una formula magica per capire e per non avere paura o non farsi domande. Io sono stata circondata dall’amore della mia famiglia nel quale mi sono sentita protetta e questo mi ha aiutata a superare i momenti più difficili. Posso solo dirti di avere fede; in Dio, se ci credi, ma anche nei medici, nelle cure e soprattutto in te stessa. Lotterai per rimanere con i tuo figli, lo so. Se ti va ancora di parlare io sono qui, a tua disposizione. Un abbraccio

  4. Pingback: Le città blu del mondo: dal Marocco passando per l'India - Viaggevolmente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...