Piccole manie

Ultimamente leggevo su qualche sito “gossippegno” che i vips hanno,chi più chi meno, le loro piccole manie e mi sono soffermata a pensare che pure io ho le mie…piccole si, ma abbastanza strane…Un esempio? Voglio che gli interrutttori della luce, se sono uno vicino all’altro, siano tutti nella stessa posizione: o tutti su, o tutti giù…non so se ho reso l’idea…sono capace di farmi il mio piano di accendimento/spegnimento luci in modo che gli interruttori coincidano. Quindi la sera, prima di andare a letto, pianifico: ora accendo la luce da qui e la vado a spegnere da lì in modo che l’interruttore A e il B siano posizionati correttamente. Ovviamente tutto questo nel silenzio della mia mente, che se Ale loi scopre chiede sicuramente il divorzio!!!!

E voi? Le avete le vostre piccole manie? Raccontate!!! 

9 risposte a “Piccole manie

  1. uhm… non mi viene in mente nulla! ma sono talmente piena di difetti che mi ci mancano solo le manie..
    ah no, una m’è venuta in mente! soprattutto quando esco la mattina prestissimissimo per andare a lavorare, controllo 8mila volte di aver chiuso bene la porta. a volte, torno anche indietro per controllare!

  2. …zzzzz….ronf….. !!!!! avrò chiuso il gas?!!!!

  3. Ah, ma sei messa bene anche tu 😀
    Io ne ho diverse, forse quella più “normale” riguarda i tergicristalli dell’auto: quando piove e spengo la macchina non devono mai trovarsi in posizione verticale. Guai.

  4. La mia è forse una mania “ecologica” ma non vado mai via dall’ufficio se non ho spento il monitor del pc, mentre vedo che tanti altri lo lasciano in stand by. Invece io devo spegnerlo per forza… se no non sono a posto… 🙂
    E’ proprio vero che ognuno ha la sua mania, o più di una…

  5. guarda, ne ho talmente tante che ormai fanno parte di me e non le considero neanche più manie 😉

  6. Insomma…per ora la più squilibrata sono io…non so perchè ma lo sospettavo 🙂

  7. Uh, allora, quando vado al bar non sopporto che il piattino da caffè, se ha un disegno, non sia rivolto verso di me, non lo voglio vedere al contrario. Allo stesso modo, odio che il cucchiaino abbia il manico rivolto verso il barista e non verso di me. Questo significa che se vado al bar con dieci persone, io giro dieci piattini e raddrizzo dieci cucchiaini. Se poi so che tra noi c’è un mancino, allora il cucchiaino lo metto a sinistra. Oh, sia chiaro: non esiste che i piattini siano uno più su e uno più giù: li metto tutti in asse.
    Ah, poi ci sono le mollette da bucato: se posso abbinare il colore delle mollette a quelle del capo che sto stendendo, tranquilla che lo faccio. E se non posso..e se non posso stai tranquilla che non stendo una maglietta con due mollette di colori diversi!
    Si, lo so, sono da ricovero immediato, lo so, lo so…

  8. Quando vado al bar e apro la bustina dello zucchero, ripongo il triangolino che ho strappato all’interno della bustna… sempre!
    Quando dormivo a casa dei miei, non andavo a dormire se prima non avevo chiuso l’anta a specchio dell’armadio: temevo che svegliandomi di notte, avrei visto qualche fantasma specchiarsi e restare intrappolato nello specchio!
    La Tata non va a fare la ninna se prima non le ho spazzolato i (pochi!) capelli.
    Lo so cosa state pensando: povera Tata con una mamma così….

  9. Ragazze, meno male che siete arrivate voi che siete un pò strane come me…iniziavo a pensare di essere un caso da studio… 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...